I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più...Accetto

Primo piano

Berga's Chronicle - Tavernerio
21-04-2017
chronicle

Day 4: Domenica. 3 P.S. tutte pedalate, ottime per chi proviene dall' XC. Terreno asciutto polveroso. Nella prima Luca si è difeso bene. Nella seconda, a causa dei concorrenti più lenti che lo precedevano, ne prendeva in media tre a p.s, uno lo ha fatto cadere in malomodo facendogli perdere un sacco di secondi preziosi. Il tempo di trasferimento per l'ultima PS era tiratissimo, in molti non sono riusciti arrivare in tempo accumulando penalità. Anche in questa PS purtroppo viene sempre rallentato dai concorrenti molto più lenti, ma comuque stacca un discreto tempo. Classifica finale 39° assoluto 24° Elite. Il suo primo Campionato Italiano Enduro è stato ricco di situazioni difficili che l'aiuteranno crescere. Sopratutto non ha mollato dando tutto fino alla fine. Bravo Luca.

 

Day 3: Oggi pomeriggio inizia il Campionato Italiano. Dedichiamo la mattina alla massima concentrazione. Giornata nera. Luca fora la ruota posteriore a metà P.S. e completa la discesa con il cerchio. Sconsolato è sull'orlo di mollare tutto. Lo sprono a rifarsi domani. Ore 20:00 escono le classifiche. Sorpresona!!! 22° assoluto. Conferma che il ragazzo c'è ( la P.S 1 è la più adatta alle sue capacità). Domani si parte con l'obiettivo di entrare nei venti.

 

Day 2: Tempo soleggiato con temperatura bassa. Luca risente un po' stachezza generale accumulata ieri. Decidiamo di fare solo due prove nella giornata odierna una al mattino e l'altra nel pomeriggio dando priorità al recupero. Per 17:30 fine prove. La bici si conferma affidabile e Luca in buone condizioni fisiche. Qualche scambio di opinioni tecniche con altri rider poi via in appartamento per la doccia cena e visione dei video delle Prove Speciali registrati con la go pro. Ore 22:00 tutti a letto.

 

Day 1: Giovedì partenza da Sistiana ore 08:00 arrivo Tavernerio 13:00, pranzo al sacco e sistemazione in appartamento.
Partenza ricognizioni 14:30. Ha fatto 1800m di dislivello su 3 speciali (4 in tutto) Le risalite del trasferimento in fuoristrada lunghe sui 4 km, durissime dal 20% al 35%di pendenza. Questo vuol dire fatica .
La quarta la farà oggi, meno pendente ma lunghissima 8 km su strada e poi ulteriori 3 chilometri in fuoristrada per arrivare in cima al Monte Boletto (1260mt - 700m dislivello). Le speciali sono veloci, lunghe e impegnano tanto la guida, "Per fortuna ho messo il Shimano Saint (quattro pistoni) sull'anteriore al posto dell'originale a uno" dice Luca. Il terreno è duro, polveroso, con tratti pendenti e rocce. Per ora la bici si comporta benissimo, più la si guida più la si conosce e di conseguenza si va più forte. Unico incoveniente: si è tagliato il copertone posteriore. Adesso lo cambiamo e si riparte. Ieri a letto alle ore 22:00. Questo è un piccolo racconto della 1a giornata ai Campionati Italiani dell'unico Triestin presente.